Quando li vidi esibirsi la prima volta a Barcellona, al defunto festival Summercase del 2008, i Foals avevano pubblicato l’album d’esordio “Antidotes” da meno di quattro mesi. Il loro nome non campeggiava tra gli headliner del festival, surclassato da Maximo Park, Kaiser Chiefs, We are Scientists. Era il gruppo che faceva il verso ai Bloc...

Scrivere dei Bardo Pond non è un'impresa facile. Attivi fin dall'inizio degli anni '90, hanno apposto il proprio monicker su qualcosa come una ventina tra album ed EP (per non contare poi i progetti paralleli, quelli sotto falso nome, le collaborazioni, etc.). Autori di un rock granitico dai contorni sfumati – spaziale, rumoroso, sperimentale, post-rock,...

I francesi Reveille (Francois Virot, Lisa Duroux) pubblicano, a tre anni di distanza dal precedente “Time & Death”, il loro secondo disco, Broken Machines. Il lavoro, incentrato su un indie rock semplice ed efficace, si compone di undici brani ed esce per Clapping Music....

Nati nel settembre 2006 i vicentini Good For One Day sono nati come progetto di hc melodico, e in seguito si sono evoluti e si sono avvicinati maggiormente ad un suono debitore a The Get Up Kids e agli ultimi Foo Fighters....

La nostra serie di podcast elettronici ad opera di special guests ha visto il rilancio, dopo mesi di inattività, con il mix di Regen, perciò è tempo di preparare una chiusura d'anno col botto, con una serie di episodi per concludere questo 2013 cercando di ripetere quanto avvenuto l'anno passato, chiusosi con l'episodio numero dieci....

Non credo nell'esistenza di linee guida per fare una recensione, sarebbe come inscatolare uno scoiattolo che scappa. Inoltre non ho mai ben capito se la recensione debba essere più oggettiva o soggettiva. In qualche modo certi dischi fanno così male ai padiglioni auditivi e al cervello che si può fare bene poco....