Claudio Spinosa legge Guido Tracanna Nella notte di Roma non spira vento che non sia tramontana scompiglia le chiome sono tutti meduse tranne noi che le teniamo rase cercando l’essenza delle cose e le punte di basette sono lingue d’elmetti barbe incolte, saggezze accennate i nostri monaci legionari il segreto dei templari il coraggio di nascondersi siamo uomini d’altri tempi e ci chiediamo se qui quando crollò l’impero era lo stesso il...