Quando sulla Terra scese un’intelligenza a lui superiore, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti...

Quando sulla Terra scese un’intelligenza a lui superiore, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti...

Quando sulla Terra scese un’intelligenza a lui superiore, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti non ci...

Si dice che ogni strada porta da qualche parte. Si dice anche che bisogna perdersi per trovarsi veramente. Ci sono strade, invece, nelle quali ti perdi e non ti ritrovi. Strade in cui tutti i tuoi assoggettamenti sono reali, in carne, si scontrano e creano traumi. Ne...

Quando sulla Terra scese un’intelligenza superiore alla nostra, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti...

Il nido Racconto di Nicola Cudemo I cipressi sono una fila scomposta di turgidi cazzi che eiaculano resina e mosche nell'ambra. Le palme nel piazzale di dietro si lavorano il cielo basso con dita frenetiche. I crepuscolari, ingannati dall'ombra, hanno dato il consenso ai pochi lampioni che...

Come ve la immaginate un’invasione aliena? La letteratura, il cinema, i fumetti ci hanno riempito la testa di immagini, di possibilità, di ipotesi. Enormi astronavi che scendono sulla terra, oppure cilindri metallici contenenti esseri pronti a pilotare giganteschi tripodi per lo sterminio della razza umana, oppure ancora...

La Griglia di Nicola Cudemo Il mondo è una griglia perfetta. Io sono One-Night, programma di intercettazione dati a risposta empatica autoapprendente. Sono una estrusione software del Costrutto Ice-Breaker Kuang Grade Mark Eleven. Esisto in una intersezione della griglia a pochi reindirizzamenti dalla massiccia conurbazione di dati BAMA,...

La notte, sempre la notte, torna alla mente l'orrore, la paura, la claustrofobica sensazione che s'intrufolò nella mia testa riguardo Lei. Pensavo di averla persa nei sogni, conscio che non si ripresentasse più a far capolino petaloso tra i miei due soffici guanciali, ma forse,...

Mi chiamo Nessuno, e questa è la mia storia. Nessuno, perché per il mondo non esisto. Nessuno, perché non ho più casa, famiglia, amici. Nessuno, perché anche se forse domani sarò vivo, non vivrò davvero mai più. Un giorno mi hanno detto di scappare, di fuggire in mezzo al...

            E' morto dormendo In una stanza d'albergo E' morto sognando In una stanza d'albergo Forse non è mai morto Forse non è mai nato Il fatto scontato E' che si è soffocato Vomitando via la vita Un uomo elegante mi disse Chi muore addormentato Sogna la madre Chi muore ammazzato vede il padre Malui che è morto vomitando forse vedeva...

Madre antonomasia dei miei sogni liberi dove trovi la fuliggine a completare la tua parete? Oramai rinsabbiata di sogni ritrovati, le nuvole accumuli ricrea per un giorno migliore. Suona Santana la quinta musicale teorizzata da Rohl in un'ischemia di rapsodie che di boheme.. non hanno mai avuto nulla a che fare. ...