Posts in tag

synthpop



Pop di alta qualità, evocativo e con parti importanti di synth pop, Jenn Champion viene da Seattle ed è una di quelle musiciste nate per far sognare gli ascoltatori, o per farli sentire terribilmente in colpa.

5 Condivisioni
Share

Lode all’Avant! Records di Bologna, compagine discografica che ha nel proprio arsenale ottimi pezzi d’artiglieria futuristica tra cui gli italiani Holiday Inn, Father Murphy! La label è scrupolosamente attenta ad indubbi suoni sensuali, cupi, soprattutto dark, come spiega il suo fondatore Andrea Napoli: “Dark non inteso come lo intendiamo in Italia, dove sta per goth, …

53 Condivisioni
Share

Un gran bel lavoro, con una visione molto vasta, che lascia grande spazio all’immaginazione dell’ascoltatore, con una synthwave molto al di sopra della media.

6 Condivisioni
Share

Una bellissima descrizione sonora della scena elettro underground spagnola degli anni ottanta, davvero interessante e molto varia.

4 Condivisioni
Share

Non si può davvero ignorare questa ondata di retrowave e di synthpop, perché il suo valore è molto alto, e non è affatto una mera operazione di recupero nostalgico, ma una vera e propria branca dell’elettronica moderna, con invenzioni molto valide ed un saldo seguito di ascoltatori, e provate questo ep per capire perché.

26 Condivisioni
Share

Drive Radio è la miglior radio in rete per quanto riguarda suoni che spaziano dal synthwave all’elettronica anni ottanta, suoni potenti con un forte immaginario tra fantascienza, telefilm anni ottanta e manga.

2 Condivisioni
Share

Buona Felicità è un disco che vi stupirà, e che senza tante pose o dichiarazioni fa pop nella maniera migliore, con una grande capacità di unire parole e note.

40 Condivisioni
Share

Strange Valley è un disco molto interessante, con ottimi picchi ed una qualità media molto buona, e ci presenta un altro modo di fare elettronica di alta qualità.

2 Condivisioni
Share

Un disco che potrà essere ascoltato come un videogioco e giocato come un disco, con nostalgia ma anche con voglia di costruire un ambiente musicale nuovo, creando una bella narrazione musicale.

29 Condivisioni
Share

Parlando di musica, ci sono canzoni od album che ti riempono, ti ammantano di qualcosa che hai sempre cercato, o che avevi trovato solo in parte, ecco questo è il caso della Lazerdiscs Records, etichetta francese di suoni retro futuristici ovvero di generi quali il synthwave, retrowave, outrun, futuresynth, neodisco, and slow-mo techno, come si può leggere sul loro bandcamp.

23 Condivisioni
Share

Questi ragazzi con la loro musica e con le loro parole trattano la vita in una maniera mai scontata, e questo suono così elettronicamente malinconico è molto dolce e suadente, come se si pensasse appoggiando la testa su di un cuscino, calma immota e solo pensieri.

12 Condivisioni
Share

Musicalmente un disco molto affascinante e di classe superiore, che porta in sé molte cose, ed è una delle migliori uscite dell’anno in campo elettronico, la cosa più simile ai Kraftwerk che abbia mai sentito in Italia.

3 Condivisioni
Share