[caption id="attachment_68034" align="aligncenter" width="595"] Doron Flamm: Donkey[/caption] Tu prima affermi che io non credo negli Dei, poi invece che credo negli Dei dal momento che credo nei demoni. E se poi i demoni sono figli spurii di Dei, partoriti, come si dice, da ninfe o da altre che siano, chi oserebbe affermare che ci siano figli di Dei, e Dei...

Quando sulla Terra scese un’intelligenza a lui superiore, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti non ci credi mai veramente. E se esistesse e dovessi avere il...

Quando sulla Terra scese un’intelligenza a lui superiore, l’uomo non era pronto, nonostante tutto quello che era stato scritto, girato, narrato, raccontato, avvertito… Non era pronto per due motivi. Il primo è che, come per Dio, ne parli, lo preghi, ma alla fine dei conti non ci credi mai veramente. E se esistesse e dovessi...

Si dice che ogni strada porta da qualche parte. Si dice anche che bisogna perdersi per trovarsi veramente. Ci sono strade, invece, nelle quali ti perdi e non ti ritrovi. Strade in cui tutti i tuoi assoggettamenti sono reali, in carne, si scontrano e creano traumi. Ne passiamo di tempo per nascondere la vera natura di noi...

Il nido Racconto di Nicola Cudemo I cipressi sono una fila scomposta di turgidi cazzi che eiaculano resina e mosche nell'ambra. Le palme nel piazzale di dietro si lavorano il cielo basso con dita frenetiche. I crepuscolari, ingannati dall'ombra, hanno dato il consenso ai pochi lampioni che formano globi giallastri nei cespugli di corbezzolo inselvatichito. Ho fermato l'auto...

La Griglia di Nicola Cudemo Il mondo è una griglia perfetta. Io sono One-Night, programma di intercettazione dati a risposta empatica autoapprendente. Sono una estrusione software del Costrutto Ice-Breaker Kuang Grade Mark Eleven. Esisto in una intersezione della griglia a pochi reindirizzamenti dalla massiccia conurbazione di dati BAMA, un cartello societario sovranazionale. Il flusso dati del BAMA è così...

28 GIORNI di Tiziana Grande Giorno 0 “Non capisco… sono cose difficili da capire…” Il notiziario gracchia. Spengo la radio. In trappola nel traffico da un’ora, non ci si muove. I clacson urlano inutilmente, qualcuno scende dalla macchina, pestando i piedi e allargando le braccia, impreca, dal suo labiale leggo bestemmie audaci. Io ho spento il motore da...

Andrea dedicava loro un’attenzione particolare. Quei palloncini, pensava, erano la parte più interessante della festa. Se non altro erano colorati. Rossi, blu, gialli… E quelli verdi! Gli occhi di Virginia possedevano esattamente la stessa tonalità: un verde acceso, quasi finto. Ma almeno loro non abbassavano lo sguardo se li guardavi troppo a lungo. Di quei palloncini,...

Se mi chiamassi Orazio e avessi, che so, trentacinque anni, ci siederemmo intorno a un tavolo di legno di un pub leggermente fumoso – fuori pioverebbe forte, probabilmente dei pini verrebbero scossi dal vento: ma dentro, che calduccio - e comincerei a raccontarvi di quella volta che - a venticinque? a ventidue feci a pugni...

Cercava l’autunno in ogni angolo di paese, ad esempio nei muri ocra delle case del centro; ma era estate, e non bastava. Il sole avvampava con foga eccessiva, quel sole iperattivo che non si stancava mai, non come il sole d’ottobre che si spalma piano, senza fretta, limitandosi a sbiadire sugli aperitivi dei pochi eroi...

Mi chiamo Clara, voglio raccontarvi questa storia di paura.  Al buio, nella mia cameretta, l'altra notte ho visto un mostro. Puzzava di zolfo, era pallido e orribile, aveva sette teste e dieci corna, urlava cose brutte: quasi come le bestemmie del nonno. Prendeva la croce, con quel ragazzo biondo inchiodato, quella che abbiamo a scuola, e...