Posts in tag

psychedelic



Musica eroica per questi tempi sghembi, la fattura pregiata di ogni brano schizza eroina negli occhi, sembra di rivivere le leggerezze di droghe decantate in passato, ma quello che stuzzica il mio appetito è l’alone marcato che crea questa band ‘out of time’, riuscendo a farmi sentire intensi odori d’incensi, acredine, riti mitici, totalmente in spirito free, slegati dalla formula che il prodotto deve sfondare forzosamente, si percepisce l’attitudine amorosa per certa musica da jam, collettiva, adagiati su un tappeto persiano a piedi nudi: la pillola folk, la contaminazione etnica strumentale, i meravigliosi cori e i raddoppi vocali, sono invincibili almeno quanto la batteria e la chitarra. Sofisticatissimi nell’entrare in posti così datati alla perfezione, beh, credo che possano in assoluto fare ancora meglio.

13 Condivisioni
Share

Un’opera che ricorda il rock dei primi BÖC, con venature di New York rock pre-punk (The Dictators/Patti Smith), ombroso e pure solare come il rock australiano e il Paisley, di psichedelia intriso, pronto a sfrecciare sonicamente verso il terzo occhio del fruitore. Spicca la presenza di David Berlin della Alt-Rock band svedese Mother Superior.

49 Condivisioni
Share

Dopo l’Ep “Big Domino Vortex”, la band degli Human Colonies pubblica per la Miacameretta/Lady Sometimes il primo lavoro ufficiale dal titolo “Midnight Screamer”. Il trio dislocato tra Firenze e Bologna si forma nel 2013 e propone un genere che spazia dallo shoegaze fino ad un Indie di stampo statunitense senza rinunciare a sonorità più sporche. …

21 Condivisioni
Share

Ascoltare i Crimen da un piacere decadente, un abbandonarsi leggeri durante uno degli ultimi tramonti di questa pesante umanità che finirà prima o poi, ma una certa sequenza rimarrà per sempre nei nostri occhi e nelle nostre orecchie.

14 Condivisioni
Share

Solo soluzioni brillanti, nessun passaggio a vuoto e tanta originalità, per un lavoro che lascerà dolcemente spiazzati e contenti.

5 Condivisioni
Share

Direttamente da Limassol (Cipro) il combo degli Arcadia Child sforna il nuovo lavoro dal titolo Afterglow, un’esplosioni di suoni non convenzionali che escono fuori dai soliti schemi commerciali, dando così al sound generale del disco un’impronta più unica che rara. Otto tracce dal sapore psichedelico, dove suoni campionati, fusi a innesti psichedelici fanno di questo cd un progetto dalle intenzioni misteriose e ricco di vibrazioni ipnotiche.

36 Condivisioni
Share

Amo i gruppi che usano le tastiere in questo modo dai Doors in poi

52 Condivisioni
Share

“Fabric Of The Universe” è formidabile lavoro ricoperto di bellezza protonica conduttiva; provenienti da Kepler-66b, i SUPERINVADERS scartocciano dalla loro astronave prodezze di fantasmagorica malìa strumentale garage e psichedelica: si resta freddati a festa dai verdi raggi X prodotti da simil suono interplanetario, avventuroso, esondante, resuscitando immediatamente a nuova vita e transitando obliquamente in un’esperienza distintamente fascinosa, veicolata dall’incontenibile dinamismo esternato.

34 Condivisioni
Share

quando il culo diventa un culto . Grazie Mario !!

4 Condivisioni
Share

Ieri, rispetto a quando sto scrivendo questo pezzo, gli straordinari Loons hanno suonato un quel di Alessandria, vale a dire a meno di un’ora di macchina da dove abito. In teoria un appuntamento imperdibile se non fosse che in concomitanza con il loro concerto si giocasse il derby di Genova. Certo, come diceva qualcuno, “orgoglio …

55 Condivisioni
Share

In questo disco ci sono potenti esplosioni, allucinazioni sonore e tanto tanto ritmo, come se fosse un ballo di molte entità unificate dal ritmo.

8 Condivisioni
Share