RSD 2020, i Night Beats ristampano l’album “Sonic Bloom”

In vista della seconda tranche di celebrazioni del Record Store Day, in programma il 26 settembre, la Levitation/Reverberation Appreciation Society ha ristampato “Sonic Bloom“, secondo album dei garage/psych rockers Night Beats, uscito originariamente nel 2013. La reissue del disco della band di Seattle sarà disponibile in sole mille copie, in vinile 250gr. color verde chiaro. … Leggi tutto “RSD 2020, i Night Beats ristampano l’album “Sonic Bloom””

Puglia – Jonhathan Richman’s Smile

Quando un disco ti emoziona è un gran disco

The Liars – Never Looked Back

Certe volte le reunion mi mettono paura, ma con i Liars si è davvero in una botte di ferro

Arcadian Child – Superfonica

Gli Arcadian Child sono un band di Cipro (Limassol) che pubblica per la Rogue Wave Record,l’album dal titolo “Superfonica”, preceduto dal singolo/video “She Flows”. Una linea rock psichedelica rafforzata da una buona dose di chitarre grezze che generano atmosfere surreali e ridondanti, fatte inoltre da spasmodici cambi di tempo in versione melodica così da conferire ulteriore dinamismo, dettagli che si possono ascoltare già dalle prime tracce Twist Your Spirit, Constellations.

THE HOLYDRUG COUPLE – HYPER SUPER MEGA

La Sacred Bones di New York City conferma in scuderia una coppia geniale proveniente da Santiago del Cile. I due ragazzi non sono propriamente legati a suoni psichedelici, quanto piuttosto alla messa in musica di spazi interplanetari dettati da stati d’animo ed emozioni che pescano dal loro interesse viscerale, estremo e curioso proteso verso realtà sconosciute e conoscibili, ampliando il loro discorso professionale ed artistico che convoglia, unendo e puntando, al lavoro posti dietro le quinte. Maneggiate con cura, contiene estasi. One for the road!

SPAIN – MANDALA BRUSH

Musica eroica per questi tempi sghembi, la fattura pregiata di ogni brano schizza eroina negli occhi, sembra di rivivere le leggerezze di droghe decantate in passato, ma quello che stuzzica il mio appetito è l’alone marcato che crea questa band ‘out of time’, riuscendo a farmi sentire intensi odori d’incensi, acredine, riti mitici, totalmente in spirito free, slegati dalla formula che il prodotto deve sfondare forzosamente, si percepisce l’attitudine amorosa per certa musica da jam, collettiva, adagiati su un tappeto persiano a piedi nudi: la pillola folk, la contaminazione etnica strumentale, i meravigliosi cori e i raddoppi vocali, sono invincibili almeno quanto la batteria e la chitarra. Sofisticatissimi nell’entrare in posti così datati alla perfezione, beh, credo che possano in assoluto fare ancora meglio.

WHEEL IN THE SKY – BEYOND THE PALE

Un’opera che ricorda il rock dei primi BÖC, con venature di New York rock pre-punk (The Dictators/Patti Smith), ombroso e pure solare come il rock australiano e il Paisley, di psichedelia intriso, pronto a sfrecciare sonicamente verso il terzo occhio del fruitore. Spicca la presenza di David Berlin della Alt-Rock band svedese Mother Superior.

Human Colonies – “Midnight Screamer”

Dopo l’Ep “Big Domino Vortex”, la band degli Human Colonies pubblica per la Miacameretta/Lady Sometimes il primo lavoro ufficiale dal titolo “Midnight Screamer”. Il trio dislocato tra Firenze e Bologna si forma nel 2013 e propone un genere che spazia dallo shoegaze fino ad un Indie di stampo statunitense senza rinunciare a sonorità più sporche. … Leggi tutto “Human Colonies – “Midnight Screamer””

Crimen – Silent Animals

Ascoltare i Crimen da un piacere decadente, un abbandonarsi leggeri durante uno degli ultimi tramonti di questa pesante umanità che finirà prima o poi, ma una certa sequenza rimarrà per sempre nei nostri occhi e nelle nostre orecchie.

Jo Passed – Their Prime

Solo soluzioni brillanti, nessun passaggio a vuoto e tanta originalità, per un lavoro che lascerà dolcemente spiazzati e contenti.

Archadian Child – Afterglow

Direttamente da Limassol (Cipro) il combo degli Arcadia Child sforna il nuovo lavoro dal titolo Afterglow, un’esplosioni di suoni non convenzionali che escono fuori dai soliti schemi commerciali, dando così al sound generale del disco un’impronta più unica che rara. Otto tracce dal sapore psichedelico, dove suoni campionati, fusi a innesti psichedelici fanno di questo cd un progetto dalle intenzioni misteriose e ricco di vibrazioni ipnotiche.

Plutonium Baby – Blast Sci-fi Music For Contemporary Freaks

Amo i gruppi che usano le tastiere in questo modo dai Doors in poi