progmetal Tag

  • All
  • Articoli
  • evidenza
  • Good and bad news travel fast
  • Iyelab
  • La nostra Storia
  • Podcast
  • Recensioni

L'album brilla per una non così scontata linearità compositiva, grazie a musicisti che esibiscono la loro tecnica senza perdere mai di vista lo sviluppo melodico di ogni singolo brano....

Una band di levatura superiore ma che non incide come potrebbe, esibendo solo ad intermittenza abbacinanti lampi di classe e preferendo per lo più specchiarsi nella propria perfezione formale....

Rovati è un ottimo chitarrista ed un buon songwriter, la sua musica è creata per farsi ascoltare ed il limitato minutaggio aiuta non poco l'ascoltatore a far suo tutto l'album senza fatica alcuna....

Buon lavoro che richiama più di un'influenza sparsa per lo sconfinato mondo del rock/metal, dall'hard ottantiano all'heavy classico, dal prog metal all'elettronica, per una mezz'ora di piacevole musica metallica tutta da ascoltare....

Il nuovo corso degli Ommatidia mostra un volto allo stesso tempo più metallico e melodico che si rifà in maniera competente a quanto è già stato prodotto da altri in passato....

Chi cerca nella musica, oltre alla tecnica, anche un cuore pulsante avulso da qualsiasi logica di tipo commerciale, dia il proprio supporto incondizionato a questi due eccezionali musicisti ed ai loro fedeli compagni di avventura....

Proseguiamo con la serie delle interviste alle band che sono state incluse nella compilation UMA 2015: oggi è il turno dei pescaresi Fake Heroes....

Gli Albatross stupiscono con il loro sound che unisce heavy metal, prog e ritmiche power ad un innato talento per la teatralità ...

The Dirty Affair, anche per la sua durata ridotta, va ascoltato tutto d'un fiato, lasciando che la band ci rapisca e ci porti ancora una volta in questo "paese delle meraviglie" delle sette note...