Mass Gothic – I’ve Tortured You Long Enough

Non abbiate fretta, ascoltate i Mass Gothic e se cercate qualcosa, non lo troverete forse mai, ma con questo disco avrete una bellissima pausa di puro indie pop.

Jenn Champion – Single Rider

Pop di alta qualità, evocativo e con parti importanti di synth pop, Jenn Champion viene da Seattle ed è una di quelle musiciste nate per far sognare gli ascoltatori, o per farli sentire terribilmente in colpa.

rec_L – For Anita

In questo caso non si può nemmeno parlare di musica in senso stretto perché ci troviamo davanti ad una distruzione dell’accezione comune delle musica, per usare la stessa come arma per operare una rivoluzione almeno musicale.

V.A. – Pulsioni Oblique

Lo spettro della proposta musicale di Kaczynski è ampio e variegato, un percorso originale e non per tutti, ma per chi si vuole avventurare su strade poco battute e di una bellezza grande e particolare.

3Tons – White Chocolate

La tecnica è notevole, ma non sorpassa mai l’inventiva musicale del gruppo, che è l’unico esemplare italo brasiliano a fare un pop così misto, vivo, leggero e penetrante.

CLEO T. – And Then I Saw a Million Skies Ahead

Cleo T. in coppia col produttore Rodion lanciano in nell’orbita terrestre il frutto di una proficua ed interessantissima collaborazione che lascia stupiti per intelligenza e valore creativo; questa opera totale abbraccia molti aspetti culturali e tecnici, mettendo l’ascoltatore davanti ad una genialata pop in divenire. Impossibile sottrarsi all’ascolto.

Molly Burch – Please Be Mine

Un debutto splendente quello di Molly Burch, debutto che la proietta immediatamente nel firmamento della cantautorale / alternative-country a stelle e strisce

Xiu Xiu – Forget

Gli Xiu Xiu sfornano un lavoro a tratti interessante e divertente, che pecca purtroppo di una certa intrinseca fragilità

Push Button Gently – ‘Cause

I Push Button Gently ritornano con un disco decisamente gustoso e ben strutturato

Maxima Luminosa – Maxima Luminosa Ep

I Maxima Luminosa cercano una delle poche strade possibili ed ancora praticabili nella canzone italiana, ovvero quella di creare incontri e nuove albe fra la nostra tradizione pop e qualcosa che sia elettronica.

David Bowie – Blackstar

Ci troviamo dinnanzi ad un disco di una bellezza senza confine spazio temporale: emozione, freschezza, innovazione, classe, novità costanti, immerse in suoni di una vita precedente e ritmi del tempo che verrà, una sorta di stargate musicale.

Nevica Su Quattropuntozero – I Diari Miserabili Di Samuel Geremia Hoogan

Gianluca Lo Presti, musicista e produttore artistico che gestisce, insieme a Lorenzo Montanà, l’etichetta Disco Dada Records, ritorna, dopo tre anni di silenzio con il suo quarto disco solista, “I Diari Miserabili Di Samuel Geremia Hoogan”. Il lavoro, una sorta di concept album dai toni autobiografici, si compone di nove brani che, partendo da strutture synth pop, deviano su percorsi spesso imprevedibili.