Evoke Thy Lords – Boys! Raise Giant Mushrooms In Your Cellar!

Evoke Thy Lords – Boys! Raise Giant Mushrooms In Your Cellar!

Torna il doom con flauto e tante droghe di questo gruppo siberiano che fa davvero una proposta originale.

Per capire cosa fanno questi ragazzi, pensate a degli Ozric Tentacles metallici ma sempre legati al discorso psichedelico, con un’impalcatura doom.
Gli Evoke Thy Lords sono un’esperienza sonora unica e molto piacevole, dove i confini si sbiadiscono e tutto si eleva.
Le chitarre compiono dei giri malati e lontani anni luce dal pianeta Terra, mentre la sezione ritmica dipinge pennellate lascive e grasse, con intarsi di flauto e oro.
Rispetto al precedente “Drunken Tales” qui c’è forse maggiore durezza, ma non si può parlare di pesantezza, perché gli Evoke Thy Lords fanno musica che eleva, che porta su.
Forse ai fans del doom più duri e puri può non piacere questa commistione, ma se aprite la vostra mente riceverete davvero molto.
Non mancano passaggi più truculenti ma il meglio i siberiani lo danno quando compare anche il flauto e le composizioni sono maggiormente ariose.
Non vi è nulla di scontato in questo disco, anche perché gli Evoke Thy Lords sono ascoltatori famelici e ciò si può desumere dalla loro musica.
Un doom altro.

Tracklist:
1 Damn This Desert
2 Betrayer \ Lier
3 World Without Me
4 I Want To Sleep
5 Sky Is Falling
6 Human Thoughts as a Weapon
7 Time is a Murderer

Line – Up
Sergey – Chitarra
Alexey – Basso e Voce
Alexander – Batteria
Irina – Flauto
Yury – Chitarra

EVOKE THY LORDS – Facebook

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.
No Comments

Post A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On Key

Related Posts

Märvel – Double Decade

Grandissimo ritorno degli svedesi Märvel uno di gruppi di hard rock scandinavi più longevi ed apprezzati, e il perché del loro successo è racchiuso in questa doppia raccolta celebrativa.

Tigre - Contro Tigre

Tigre – Contro Tigre

Ad aggiungersi alla prestigiosa lista dei portabandiera di un qualcosa che è molto di più di un genere musicale ci pensano i Tigre che, con i quattro pezzi di questo mini, segnano il loro primo rumoroso vagito.

Eyeless In Gaza – Photographs as memories

Ristampa della meritoria Spittle Records del primo disco del 1981 degli inglesi Eyeless in Gaza, nome tratto da una novella di Aldous Huxley, uno dei gruppi culto degli anni ottanta e non solo. Questa ristampa rende giustizia ad un disco troppo spesso sottovalutato e relegato negli episodi minori del grande gruppo britannico.