Abbiamo intervistato Francesco Pelosi in occasione dell’uscita del suo ultimo disco: “Il rito della città”. Buona lettura! Ciao! Grazie per aver accettato il nostro invito! Cominciamo da subito, qual è il tuo primo ricordo riguardante la musica? Grazie a voi! Mi tocca dirti “Autogrill” di Guccini ascoltata con mio padre in macchina da molto piccolo. …

Condivisioni 12
Share

Cantautore dalla nobile penna, Cataldo Bevilacqua in arte Orson illustra un mondo acustico e pieno zeppo di sensazioni, storie e sentimenti.

Condivisioni 42
Share

I brani di “+” sono dei quadri cantati, un lavoro artistico privo di esitazioni. Sound equilibrato e ogni accordo al posto giusto, la voce di Piek conduce dolcemente per mano l’ascoltatore esattamente dove vuole lui, facendolo addentrare nel suo mondo fatto di immagini e note. Piek non lesina sui colori né sui suoni, proponendo già dalla copertina, da lui stesso realizzata, uno schema fatto di tinte vivaci e sfumature che è la chiave di lettura essenziale dell’album. “+” è un energico disco pop rock attraversato da un vasto range di influenze musicali. Ritmi veloci e lenti. Tante canzoni d’amore. Con molte chitarre, molta batteria e intermezzi elettronici come nuovo elemento della musica di Peter Piek.

Condivisioni 11
Share

L’album in questione s’intitola Your Reaction My Direction è un concentrato di linee melodiche british ed arrangiamenti leggermente sopra la linea del pop rock tradizionale.

Condivisioni 29
Share

Il disco solista del giovane bassista emiliano, in compagnia di Ace (Skunk Anansie), Michael Urbano (Sheryl Crow, Smash Mouth, Ligabue) e David Rhodes (Peter Gabriel), con la produzione artistica di Giovanni Amighetti.

Condivisioni 558
Share

Il terzo album del giovane cantautore e chitarrista pugliese. Una prova di maturità e carattere che conferma Vozella tra le più interessanti giovani voci italiane. Folk di matrice anglosassone che colpisce dritto al cuore.

Condivisioni 14
Share

Rock italico duro ma non troppo, una sfida in controtendenza.

Condivisioni 7
Share

Un cantautore elettronico, elettrizzante, fuori dagli schemi e dalle logiche, una bella scommessa del panorama indie.

Condivisioni 2
Share

Alternative indie rock genuino e diretto, una bomba fatta in casa, tanta voglia di suonare, ecco chi sono i Cromosauri.

Condivisioni 23
Share

I Wanna Die in Los Angeles è una piccola antologia di punk rock: bentornati ai Dead To Me

Condivisioni 2
Share

Un EP dai toni aspri ed acidi con forti ben fatto e che lascia spazio ad ampi margini di miglioramento.

Condivisioni 8
Share

Gli Hermanos sono un’ottima fusione tra rock anni 80 e new wave, un buon esperimento sonoro, accattivanti.

Condivisioni 19
Share