Articoli

  • All
  • Columns
  • Confessioni di una maschera
  • Fuori dalle mappe
  • Interviste
  • la NOSTRA africa
  • Live Report
  • Netlabels
  • Sottoscala Pandemico
  • Valis

La New York di Weasel Walter è un posto disincantato che ha perso (a parere del batterista originario di Chicago) il suo fervore creativo; si fa riferimento in particolar modo alla no wave di fine anni '70, da cui i progetti di Walter, tra free jazz e punk, hanno attinto seppur in misura diversa. Sta di fatto che quel fermento opera tutt'ora, con anime diverse, permettendo la sua evoluzione tramite...

Ecchime, discepoli/e, il vostro Reverendo è tornato, dopo i bagordi pasquali passati a fare festini e giocare a scopone scientifico con le suore, durante il nostro consueto "ritiro spirituale"....

Io invidio tantissimo un tizio che si chiama Jeff, un tizio residente nello stato dell’Indiana negli Stati Uniti (più precisamente ad Hammond) perché ha avuto l’adolescenza che io non ho avuto....

C'è un tempo per ogni cosa. Come recita il Qoelet ebraico c’è, tra gli altri, un tempo per gettare sassi ed uno per raccoglierli, uno per amare e uno per odiare, uno per demolire ed uno per costruire, uno per tacere ed uno per parlare....

Intervista audio, insomma un podcast come va di moda adesso, con una nostra vecchia conoscenza, Dj Nio from Istanbul....

Come spesso accade per le mie "confessioni" è la strettissima attualità il motore dei miei ragionamenti. Tra le tante sollecitazioni di questo inizio di estate come restare silenziosi quando tutti si stanno dividendo sull'opportunità di aderire o meno alle proteste anti razziste all'interno dei campionati europei di calcio?...

La forza dell'Italia, quella dello spirito di patata di Berlusca, delle barzellette sessiste, della nazional-hipster-acculturazione, del recluso in casa con Pippo e Topolino che gli corrono in testa tutto il giorno...

[caption id="attachment_87541" align="alignleft" width="250"] Suicide: Alan Vega (a sinistra), Martin Rev (a destra). Foto di Ebet Roberts.[/caption] New York per Alan Bermowitz, in arte Alan Vega, ha rappresentato spesso un immaginario futuristico e decadente. La musica dei suoi monumentali Suicide ha giocato con trame oscure e causticamente lisergiche, dove quell'urbanità del duo si declina in uno specchio nitido che corrobora quella realtà distorta. I Suicide, formati da Vega e Martin Rev,...