Posts in category

iye_rock



Pensieri davanti al mare, insieme al vento e ad alcuni bfevi momenti di felicità, cantati e suonati eccellentemente da un cantautore che riporta Livorno sulla cartina musicale italiana e non solo, poiché questo disco ha un respiro molto internazionale, sopratutto negli arrangiamenti, andando addirittura a toccare il rock grunge acustico, per dire.

Condivisioni 13
Caboto - Hey Caboto

Ascoltare Caboto potrebbe essere una bella storia d’amore senza complicazioni, con semplicità, tovaglie a quadretti e qualcosa di molto piacevole da sentire.

Condivisioni 10
Malkomforto

Questi ragazzi ti fanno semplicemente cantare e commuovere, ridere e quasi piangere, ma chi non ha mai ascoltato un bel disco di emocore non può sapere come dopo uno stage diving ti ritrovi a gridare abbracciato a sconosciuti mentre intorno vige il delirio.

Condivisioni 34

I Bloodhounds, gruppo shoegaze australiano, propongono un secondo EP che è un trip già percorso e ripercorso

Condivisioni 2

Denti è colmo di belle melodie, dolcezze ed amarezze, storie di vita rese in maniera molto particolare e valida.

Condivisioni 27

I Bye Bye Japan sono un gruppo che entusiasma, perché riesce a creare una bella tensione rock and roll fondendola con gli elementi migliori della new wave

Condivisioni 19

Rock italico duro ma non troppo, una sfida in controtendenza.

Condivisioni 7

Il loro suono è una bella botta di hc punk, suonato in stile Satanic Surfers e Rkl, con gran forza, tanta passione e ottimi risultati

Condivisioni 11

Ho appena finito di leggere il libro “Hunger makes me a modern girl” di Carrie Brownstein (chitarrista delle Sleater Kinney e protagonista della serie tv, Portlandia), quando vengo a sapere dell’uscita di questo disco dal vivo. Il libro è una sorta di autobiografia formativa di una ragazza che diventa donna attraverso l’esser parte delle Sleater …

Condivisioni 14

Secondo munifico, immaginifico ed ecumenico album per le inglesi Novella, qui alle prese con un importante cambio di stato che oltrepassa l’ascoltatore da parte a parte con splendente verve armonica. Legate da affascinanti vocals e impianto sonoro solido, seducono e rinnovano attraverso la felice vena pop shoegaze. A must!

Condivisioni 7

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Condivisioni 8