Posts in tag

strumentale



Con questo album i due musicisti danno vita a un suono raffinato, intelligente, denso di sentimenti e in grado di coinvolgere fin dal primo istante

Un disco che pone una luce diversa sul primo disco di un musicista totale pieno di talento e che ha moltissimo da dire, ma che si vuole esprimere solo con la sua musica, con la chitarra e la sua mente.

Manca quel qualcosa che renda ben individuabile ogni singolo brano, ma il mood emotivo dell’intero disco è facilmente riconoscibile e in grado di convincere e coinvolgere

I Live Footage sono qui per farci provare autentiche vertigini, come un giro in elicottero sul deserto.

Ascoltare la colonna sonora senza le immagini del telefilm ci fa comprendere maggiormente la forza contundente di questi pezzi, davvero fortissimi, la maggioranza con toni cupi, perché qui la luce è stata sparata tanto tempo fa.

Back From A Journey è consigliato non solo ai maniaci della sei corde ma anche a chi non ha confidenza con i lavori interamente strumentali

Vira è un disco totale, suonato benissimo con la tecnica e con il cuore, tragico nel senso vero di tragedia.

Un album che, pur tra qualche imperfezione, convince e lascia nell’ascoltatore la sensazione di essere al cospetto di una band con ancora molti margini di miglioramento.