Posts in tag

pop



Importante pietra miliare il nuovo “Themes For Dying Earth” che riporta il progetto Teen Daze ad atmosfere più ambient e di fattura elettronica proprie degli esordi, senza dimenticare il bagaglio di esperienze maturate col precedente lavoro ove la componente elettronica era in sordina rispetto alla canzone.

Se i Mads in inglese sono una piccola delizia in italiano lo sono ancor di più…

Pop rock dilatato, sognante e delicatissimo, che fa perder tempo e lascia una patina di felice tristezza, il tutto in modo molto spontaneo e sincero,perché Ohio Kid non è un ego che vuole sublimarsi alla vista degli altri

L’intero disco, escluso qualche piccolo momento di fiacca, si fa notare per la buona qualità complessiva e per la presenza di almeno un paio di fiori all’occhiello

Un disco per nostalgici, forse, ma di quelli ben fatti e in grado di mantenere una propria personalità

Con questi dieci brani, Psiker costruisce un ampio e personale tributo all’elettro pop italiano di fine anni ’90

Gli otto brani dei Sex Pizzul corrono via uno dopo l’altro, lasciando positive sensazioni

Non solo rock, ma tinte elettroniche, folk, pianistiche, d’archi, accompagnate da testi poliedrici, talvolta surrealisti, diretti, metaforici, quasi melodrammatici, funzionali ad una poetica dissacrante che mira ad un cercato realismo: c’è pure un rovescio della medaglia e si vede attraverso l’onda di un “Futuro Proximo”. Umberto Maria Giardini si pone al centro della musica con questo album.

Il debutto di Fulvio Bozzetta, decisamente curato per quanto riguarda arrangiamenti, melodie e scelte stilistiche, convince in ogni occasione